Le casse bluetooth sono dannose? Informazioni utili, consigli

Come possiamo immaginare che il Bluetooth possa essere un pericolo nella nostra vita quotidiana, quando la maggior parte di noi non sente alcun effetto? Il problema del Bluetooth e del pericolo per la salute sta nel fatto che le onde elettromagnetiche possono avere un effetto dannoso sulla nostra salute, a lungo termine.

Bluetooth e radiazioni elettromagnetiche

La questione del Bluetooth e dei suoi effetti sulla salute deve quindi essere presa in considerazione nella prevenzione elettromagnetica.

Funzionamento Bluetooth e onde elettromagnetiche.
Il dibattito sulla pericolosità delle onde ha avuto l’effetto di rilanciare la polemica sul Bluetooth che non ha finito di preoccuparci, perché siamo tutti preoccupati. Il Bluetooth è una tecnologia wireless che funziona con frequenze radio, onde radio UHF (frequenze ultra alte) e che è stata creata nel 1998. La portata del Bluetooth oscilla tra 10 e 100 metri lineari a seconda della natura del trasmettitore, perché questa tecnologia si è evoluta sin dal suo inizio ed è passata da 1.0 a 5.0.

Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, chiunque voglia interessarsi alla tecnologia Bluetooth può ricordare che si è evoluta per soddisfare nuove esigenze e nuovi utilizzi. Per esempio, lo scopo del Bluetooth smart è quello di utilizzare meno energia rispetto al solito Bluetooth e viene usato principalmente per connessioni musicali o audio come cuffie, kit vivavoce, altoparlanti, al fine di ridurre il consumo energetico di questi dispositivi.

Gli oggetti che utilizzano più comunemente la tecnologia Bluetooth sono: stampanti, AirPods wireless, telefoni cellulari, tastiere wireless, mouse wireless, altoparlanti wireless, tablet, console di gioco, orologi connessi, ecc.

Il mercato degli oggetti connessi è in forte crescita

Se vogliamo credere agli esperti, il mercato degli oggetti connessi dovrebbe aumentare notevolmente nei prossimi anni. Non dovrebbe esserci un limite. Frigoriferi collegati, contapassi collegati, orologi collegati, spazzolini da denti collegati, tutto è ora possibile.

È stato dimostrato che sarebbe possibile avere grafici o tabelle di alto livello su quasi tutto: il numero di passi che fai quotidianamente, il risultato in termini di calorie bruciate, il numero di micro risvegli nel sonno, la salute dei tuoi denti, il contenuto del tuo frigorifero, ecc. In un futuro molto prossimo, ci saranno circa 50 miliardi di oggetti connessi e le vendite continueranno ad aumentare.

Bluetooth: vantaggi innegabili.
Nessuno può negare i vantaggi del Bluetooth: sei al supermercato, non ti ricordi se c’è ancora il latte nel tuo frigo. Nessun problema, lo interroghi a distanza, comunichi con lui e reagisci simultaneamente. Sei fuori a fare una passeggiata, inizia a piovere. Nessun problema, controlli da remoto la chiusura delle tue finestre.

Il vantaggio del Bluetooth è quello di evitare connessioni cablate tra i dispositivi a casa o in ufficio. Il vero vantaggio è quello di consentire il collegamento di questi oggetti durante i tuoi viaggi, professionali o di piacere, senza appesantire le tue borse o altri bagagli.

Gli oggetti connessi tramite Bluetooth diventeranno per alcuni i loro migliori amici.

Bluetooth e salute

Passiamo ora ai pericoli del Bluetooth. Alcuni considerano gli oggetti connessi come i loro peggiori nemici. Primo, perché gli hacker possono hackerarli. Per gli oggetti connessi, esiste un rischio per la sicurezza dei dati e la protezione della privacy. Quindi c’è un rischio maggiore di guasto, poiché i dispositivi avranno più elettronica, con parti che sono meno facilmente riparabili.

Infine, possiamo porci la questione della nocività del Bluetooth per la salute, anche se è vero che il Bluetooth ha una potenza di trasmissione molto inferiore rispetto al Wi-Fi. In breve, una cosa è certa: il Bluetooth farà comunque scorrere molto inchiostro.

Il Bluetooth presenta davvero un rischio per la salute?
Facciamo un esempio, quello delle auto: sempre più auto sono dotate di Bluetooth. Non è sempre facile disattivarlo, il che crea difficoltà quando si desidera limitare in modo semplice la propria esposizione elettromagnetica. In effetti, le auto sono per natura gabbie di Faraday, che generano un effetto di rimbalzo delle onde elettromagnetiche. Di conseguenza, le onde elettromagnetiche sono più aggressive che in una grande stanza senza strutture metalliche.

Lo stato ha vietato l’uso di cuffie e auricolari in auto per motivi di sicurezza. Questa decisione è stata presa in particolare perché questi caschi o dispositivi coprono l’orecchio e possono aumentare il rischio di incidente.

Effetti sulla salute degli auricolari Bluetooth

Un altro esempio: AirPods. Sono sempre più presenti, perché Apple ha scelto di non offrire più una connessione cablata, a parte un adattatore cablato da acquistare come optional. Alcuni esperti internazionali, tra cui Jerry Phillips, sono preoccupati per i possibili effetti degli AirPods, poiché vengono inseriti nel condotto uditivo e sollecitano i tessuti della testa e dell’orecchio a valori di onde elettromagnetiche significativi.

Come promemoria, gli auricolari Bluetooth o AirPods funzionano tutto il giorno. Sono in contatto con il tuo cervello, inviando frequenze a intervalli regolari e vengono aggiunti al Bluetooth del tuo telefono. La soluzione meno impattante e più sicura rimangono gli auricolari cablati, previa disattivazione del Bluetooth del proprio cellulare.

Limita la tua esposizione alle onde Bluetooth e NFC.
Di recente, 250 medici di 40 paesi diversi hanno firmato una petizione all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). L’obiettivo di questa petizione era aumentare la consapevolezza del problema che esiste intorno ai dispositivi connessi senza fili. Secondo questi professionisti della salute, i dispositivi connessi partecipano allo sviluppo dei tumori.

Numerosi studi e ricerche scientifiche effettuate hanno dimostrato che i campi elettromagnetici non ionizzanti hanno alterato i meccanismi viventi a valori molto inferiori rispetto ai valori ufficiali che sono, secondo questi stessi esperti, troppo permissivi. Sempre secondo questi esperti medici, le emissioni di onde elettromagnetiche, microonde, compreso il Bluetooth, parteciperebbero all’aumento dello stress cellulare, del danno genetico, alterazioni del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento, disturbi neurologici e della memoria e disturbi della vita animale e vegetale.

Secondo loro, l’OMS non protegge sufficientemente la popolazione, in particolare i bambini piccoli. Alla luce degli studi, questi 250 medici ritengono che il Bluetooth possa contribuire all’apertura della barriera emato-encefalica (BBB) che ha la funzione di prevenire gli agenti tossici.

La tecnologia NFC

La tecnologia NFC (Near Field Communication) non è allo stesso livello del Bluetooth in termini di prestazioni, perché non è adatta allo scambio di contenuti. Funziona principalmente su frequenze brevi, 13,56 MHz, ed è riservata a dispositivi con un limite di distanza di 10 cm. Il pagamento senza contatto fa parte di questa tecnologia, così come le carte di trasporto o i braccialetti di identificazione.

Bluetooth e NFC contribuiscono all’elettrosmog.
In sintesi, la tecnologia Bluetooth e NFC contribuiscono all’elettrosmog ed è consigliabile applicare il principio di precauzione limitandone il più possibile l’utilizzo. Idealmente, dovresti smettere di usarlo.

Questo vale per tutte le categorie della popolazione, e per i bambini i cui tessuti sono ancora costituiti e più carichi di acqua, il che rende possibile una penetrazione delle onde molto più profonda che negli adulti.

Tuttavia, gli scienziati non sono tutti d’accordo sull’argomento, perché l’effetto cocktail delle onde elettromagnetiche e l’intensità delle diverse esposizioni vengono presi in considerazione solo molto raramente. Il vero problema è a lungo termine. Non abbiamo una prospettiva sufficiente per misurare con precisione gli effetti delle tecnologie wireless, e quindi del Wi-Fi, Bluetooth o NFC sulla salute umana.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma la tecnologia e l’elettronica sono quelli che preferisco. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
sceltacassebluetooth.it